venerdì 6 marzo 2009

Musica Violino World - La musica Klezmer


Klezmer - La Culla del Violino Moderno


Ben trovati, continuiamo il nostro viaggio verso la musica etnica occupandoci della musica Yiddish (ebraica) nello specifico parleremo di  "Klezmer". Una fantastica tradizione che ha dato i natali a una buona parte della cultura   violinistica moderna. Il termine klezmer e dato dall' unione di due parole  kley e zemer, letteralmente strumento del canto. Questo genere musicale fonde in sé strutture melodiche, ritmiche ed espressive che provengono dalle differenti aree geografiche e culturali (i Balcani, la Polonia e la Russia) con cui il popolo ebraico è venuto in contatto. Il violino in questa tradizione riveste un ruolo fondamentale ed è smisurato il contributo che la musica ebraica ha dato alla cultura classica in termini di ispirazione,  di tecnica e di artisti, basti pensare a quanti grandi esecutori siano ebrei o di origine ebraica (Yehudi Menuhin, Itzhak perlman, Jasha Heifetz, Fritz Kreisler, Joachim e si potrebbe continuare) tantissimi anche i compositori compositori (uno su tutti per il violino Felix Mendelsshon). In origine (prima della sua esplosione di popolarità) il Klezmer nasce come musica che accompagna feste di matrimonio, funerali o semplici episodi di vita quotidiana, il klezmer nasce all'interno delle comunità ebraiche dell'Europa orientale, in particolare delle comunità chassidiche. Viene suddivisa in danze specifiche con particolari cadenze ritmiche e andamenti, abbiamo la "bulgar" o "freylekhs" (con una cadenza molto simile alla rumba) il "Khosidl" danza lenta in 2/4 , la "Hora" danza in stile rumeno in 3/8 lenta , il "Terkish" danza mediorientale in 4/4 moderata, la "Sher" in 2/4 ed infina la "Doina" danza lenta ed ricca di improvvisazione in stile rapsodico. Le scale utilizzate in questa tradizione sono molteplici, dalle comuni scale maggiori e minori sino ad arrivare alle scale indogitani quali "Havaraba" e "Misheberakh". Questa musica esprime sia felicità e gioia che sofferenza e malinconia, tipica della musica ebraica. Lo strumento principale del mondo ebraico degli shtetl e dei ghetti è sicuramente il violino, ma nel klezmer acquisteranno crescente rilievo il clarinetto e gli ottoni, in particolare la tromba. Questa musica contribuirà non poco alla formazione del jazz, quando gli ebrei che erano stati perseguitati si trasferirono in molti nelle americhe. Pinerolo ospita, nel mese di luglio di ogni anno, il Vincoli Sonori Festival - klezmer e gypsy music: nato nel 1996, ad opera dell'Associazione Sferaculture di Torino, ha visto in questi anni la partecipazione dei più famosi e rinomati gruppi della scena internazionale, affermandosi come uno dei più accreditati e innovativi festival del territorio italiano.Nel mese di settembre di svolge annualmente ad Ancona il festival internazionale della musica Kletzmer mentre Pinerolo ospita, nel mese di luglio di ogni anno, il Vincoli Sonori Festival - klezmer e gypsy music. Si ricorda come esponente italiano della musica Yiddish il violinista Maurizio Dehò (che ho avuto il piacere di conoscere personalmente e di seguire un suo stage)ritengo sia una tradizione fantastica che ogni violinista dovrebbe conoscere anche solo per crescita personale.
Infine vi propongo un video del grande Itzhak Perlman intento a suonare (divertendosi come un bambino!) questi fantastici repertori della sua cultura.

1 commento: