mercoledì 25 marzo 2009

I Virtuosi - Violiniste: Ginette Neveu

Ginette Neveu e il Violino Rosa
Salve a tutti oggi parleremo di uno dei simboli storici del violinismo  "in rosa" Ginette Neveu. Una violinista dotata di un grandissimo suono e di una grandissima forza (al contrario di quanto si possa pensare di una donna). Nasce a Parigi, 11 agosto 1919  è stata una violinista francese. Iniziò a suonare a cinque anni, e a sette diede il suo primo concerto, a nove anni il suo primo concerto con l'orchestra. A 11 anni ricevette il primo premio al Conservatorio di Parigi. Continuò la sua formazione violinistica per circa quattro anni con  Carl Flesch (autore dei notissimi libri di scale per violino) . Nel 1935 vinse il concorso "Wieniawski" a Varsavia (secondo premio a David Oistrakh). Alcuni critici giudicano il suo suono poco "femminile" e lei osserva: "Ciò che più conta per l'artista è la propria individualità, che deve tendere ad acquisire sempre più forza".

Ha inciso:
L. van Beethoven Concerto op.61,
J.Brahms Concerto op.77,
J.Sibelius Concerto op.46,
R.Strauss Sonata op.13,
C. Debussy Sonata ,
M. Ravel Tzigane (due edizioni: con pianoforte e con orchestra) e Pièce en forme de habanera * E. Chausson Poema.
La carriera la portò in tutto il mondo finché, il 28 ottobre 1949, la musicista perse la vita in un tragico incidente aereo nelle Azzorre.
Una grande artista che segna la storia del violino in rosa, mi impressiona  particolarmente leggendo la sua biografia il suo primo premio al concorso Wieniawsky con l'esecuzione del concerto di Sibelius  superando addirittura David Oistrakh il quale  senza  alcun orgoglio si complimentò con lei.






1 commento:

  1. ciao claus violin posto un commento giusto per dirti che il violino (che suono) è uno strumento meraviglioso e sono quindi meravigliose tutte le iniziative a lui correlate... complimenti
    Gea

    RispondiElimina