martedì 20 luglio 2010

La rivoluzione del La 432Hz - Parte II

                                                


 IL SUONO CHE MUOVE LA MATERIA.
 Nel precedente post abbiamo visto come l' attuale diapason fissato a 440 Hz sia del tutto contronatura, e come è stato frutto di una scelta scientemente attuata per motivi militari, e comunque poco implicabili ai fini musicali, se non per un (relativo) discorso di brillantezza e virtuosismo, (a mio avviso fine a se stesso, specialmente se in gioco c' è la naturalezza  e la fisicità del suono). Abbiamo visto come l' attuale accordatura stimoli dunque, uno stato di disarmonia, sino ad arrivare all' aggressività (se opportunamente utlizzata) dunque induzione a stati cerebrali detti di tipo "Beta",(situazioni di pericolo, reazioni, tensione adrenalinica). Detto questo ora cerchiamo di capire il perchè della perfezione del diapason  "La 432Hz". La natura nella sua perfezione, segue leggi specifiche che si basano su numeri e geometrie frattali. Lo stesso Pitagora sosteneva che, “la geometria della forme è musica solidificata”. In buona sostanza, siamo fatti di materia (atomi, molecole, particelle infinitesimali), tenuta insieme da energia vibrante. Tendiamo quindi, a vibrare per simpatia a determinate e precise frequenze. potremmo passare giorni e giorni a mostrarvi le congruenze in natura con il diapason 432 Hz. Cominciamo col dire che le frequenze di vibrazione piu' riscontrate in natura sono tutte multiple di 8. Di fatti 432 è un multiplo di 8, come 72, (percentuale dell' acqua presente nel corpo umano, nonchè percentuale di acqua presente sulla terra, nonchè ciclo dei battiti cardiaci regolari in un minuto). La frequenza di 8 hz equivale ad un infrasuono prodotto dal nostro cervello, nei momenti di particolare potere intellettivo, (fase detta "Alfa", caratterizzata da sincronia degli emisferi destro e sinistro). Lo stesso nostro orecchio, (ma praticamente gran parte dei nostri organi), hanno come frequenze di vibrazione simpatica, dei multipli di 8.  La stessa frequenza di replicazione del nostro DNA è di 256 cicli, (multiplo di 8  ed equivalente ad  un "DO" nel diapason 432). Queste sono solo una minima parte delle congruenze riscontrate in natura, ma preferisco fermarmi qui.  Detto ciò sembra piu' che evidente come sia naturale, che siamo fatti e organizzati secondo  particolari frequenze, che dovremmo rispettare e sottolineare nella pratica musicale, al fine di riscoprire una naturalezza che da ormai un secolo ci è stata negata. Negli ultimi tempi vi sono una serie di ricerche  in  atto che tendono a dimostrare come, queste frequenze, non solo sono le piu' naturali, ma addirittura abbiano una valenza salutistica, ovvero siano capaci di "riaccordarci" all' ascolto, quindi ripristinare le nostre naturali vibrazioni corporee al fine di guarire le "disarmonie" fisiche e psichiche. Se questo verrà provato, i confini della musicoterapia si apriranno notevolmente, potendo ipotizzare verie propri "ospedali del suono". Vi rendete conto di che potente mezzo è la musica? e con quanta semplicità spesso noi ignoriamo parte del nostro essere, nell' atto di produrre suoni? Siamo spesso, troppo focalizzati ad altri intenti, come la competizione, il lavoro, il mercato, la carriera ecc. Abbiamo perso di vista la funzione pricipale della musica, la comunicazione, l' armonia delle cose, l' approccio verso la nostra essenza piu' intima. Alcune religioni praticano la credenza che musica (o comunque il suono) sia l' atto primordiale, la creazione, il tramite piu' intimo e potente per raggiungere il proprio Dio. Bene! detto questo, non vi senbra quantomeno insolito (per non dire stupido), continuare a spezzare questo "tramite"? Ho personalmente sperimentato questo diapason (accordando diversi miei strumenti a quest' altezza), ho notato con il violino un reale calore e un suono davvero avvolgente. Il violino accordato ad un diapason La 432Hz ha un suono davvero caldo e rilassante, e di una dolcezza ineguagliabile.  Giornalmente scopro la bellezza e il piacere di suonare e provare diverse composizioni. E' un' esperienza che consiglio a  tutti, io personalmente mantengo alcuni strumenti (quelli con cui studio giornalmente) accordati a questo diapason. chissà che a breve non si possa cominciare ad attuare una sorta di rivoluzione! In realtà sta già avvenendo. In Italia, uno dei principali studiosi e ricercatori dal punto di vista musicale, è  Marco Capelli, in arte "Andrea Doria".
Per ulteriori approfondimenti vi linko il sito  Aethernia.
Vi invito a provare sul vostro strumento questo diapason e a scrivere i vostri commenti sul blog!
ecco nuovamente il nostro video-accordatore!
Buone vacanze!


P.s
Sul Forum di Violinistinet è stata aperta una discussione
sull' argomento! dì la tua!

vai alla prima parte





6 commenti:

  1. Una coincidenza ? No. Anche Tesla aveva calcalato la risonanza tra la Ionosfera ed il suolo terrestre e siamo intorno agli 8 Hz ... si parla di risonanza di Schumann in quanto è colui che dimostò il tutto, ma fu Tesla il primo a teorizzarla ed anche a sperimentarla


    http://en.wikipedia.org/wiki/Tesla,_Nikola#Colorado_Springs

    http://en.wikipedia.org/wiki/Schumann_resonances

    Leggendo questo tuo intervento ho fatto dei "collegamenti mentali" e devo dire che non solo è fantastico ma è "sotto il nostro naso" ... come al solito il più grande segreto è quello che ti viene presentato sotto il naso ma non te ne accorgi :)

    RispondiElimina
  2. Tesla con i suoi studi ha scoperto forse troppo :-)

    molto interessante il tuo commento...

    lo copio nel forum così potremo intavolare una discussione! ecco l' indirizzo..

    http://violinistinet.forumitalian.com/il-diapason-a-432-hz-f12/il-diapason-a-432-hz-t6.htm

    RispondiElimina
  3. Fantastico :) ti dico anche che ho ababssato a 432 l'accoradtura del mio violino e sto suonando ora Pachbel ( il famigerrio Canon ... devo prepararlo e no nsono un campione in virtuosismo :D ) e sto iniziando appunto così facendo esperimenti.

    Devo anche dire che proverò, con le composizioni che ho fatto con Finale, a farle scendere da 440 a 432 o cmq multipli di 8 od anche ( per essere precisi ) 7.83 ;)

    Questo tuo articoo mi è piacito molto perchè, se vogliamo, insieme a tesla ed alle sue scoperte, mette in evidenza la nostra struttura Frattale.

    Bellissima la definizione di Pitagora, che ho imparato qui, sulla "musica solidificata". Un'speressione direi "illuminata".

    P.S. spero di trovare anche la prima paret dell'articolo perchè voglio leggermelo bene ;)

    Grazie ancora

    RispondiElimina
  4. ti ho inviato il link della parte prima sul forum di ViolinistNet!

    se ti va....
    continuiamo lì la conversazione
    ecco il link caopia e incollalo sulla barra indirizzi del tuo broswer

    http://violinistinet.forumitalian.com/il-diapason-a-432-hz-f12/il-diapason-a-432-hz-t6.htm

    RispondiElimina
  5. Fntastico. Allora la prima cosa ceh hofatto, dopo avere spostato il violino a 432, è stato di portare giù le chitarre.
    Il problema vero è stato l'accordatore :D Ma nel rack per fortuna ne ho uno che scende a 430, per cui mi ha salvato.

    I vantaggi sono molteplici, oltretutto la minore tensione delle corde, e si sente notevolmente, provoca anche una maggiore manecgiabilità dello strumento per cui un maggiore rilassamento come conseguenza.

    Stasera, provo ad abassare il pitch a 432 di un concerto che ho composto io "Concert voor Barbara", in modo da apragonare le due versioni. La 442 ( di norma usata in orchestra ) e La 432.


    Peccato averlo eltto solo oggi questo articolo, perchè ho apepna termianto un SACD che sarà sul mercato a breve. L'avrei trasposto tutto a 432 :)
    Ma è mia intenzione scriverti poi le mieimpressioni dopo l'esperimento di abbassamento dell'intero Concerto

    RispondiElimina
  6. LA DISCUSSIONE E' STATA TRASFERITA NEL FORUM DI VIOLINISTINET ALL' INDIRIZZO:

    http://violinistinet.forumitalian.com/il-diapason-a-432-hz-f12/il-diapason-a-432-hz-t6.htm

    IL FORUM E' GRATUITO E NON RICHIEDE ALCUNA REGISTRAZIONE.

    CHE FAI, VIENI A TROVARCI DI LA??

    RispondiElimina